Barga, lavori pubblici: i costi lievitano come il pane

Barga, lavori pubblici: i costi lievitano come il pane

Tema con variazioni (al bilancio) -Consiglio comunale di Barga, 30 settembre 2020

Nel linguaggio musicale il concetto di “tema con variazioni” indica quel tipo di composizione nella quale un tema originario viene variato, cambiato, modificato in alcuni aspetti melodici, ritmici, dinamici, etc… i quali però non cancellano del tutto il legame con il tema iniziale. Insomma, malgrado i vari abbellimenti, il tema, la “verità” è in qualche modo sempre riconoscibile.

Leggendo sulla stampa alcuni resoconti di quanto avvenuto nella seduta del consiglio comunale di mercoledì 30 settembre, ci siamo accorti che qualcuno si è lasciato prendere un po’ troppo la mano da questa raffinata prassi compositiva, il cui eccessivo esercizio ha prodotto un tale stravolgimento del tema, una tale “variazione”, da renderlo irriconoscibile.

I temi trattati nel suddetto consiglio infatti sono stati tanti e degni di nota, e su di essi il gruppo di minoranza di “Progetto Comune” non ha fatto mancare il proprio contributo sia critico che costruttivo. Progetto Comune ha infatti accolto favorevolmente alcuni punti come la variazione di bilancio inerente i fondi Miur per l’adeguamento degli spazi scolastici alle misure anti Covid-19, gli interventi sulla tassa per l’occupazione del suolo pubblico a seguito dell’emergenza sanitaria e la convenzione per la gestione associata dei servizi e degli interventi per il diritto allo studio e per la formazione permanente tra i Comuni di Barga e Coreglia.

Di ben altra natura e contenuto invece sono state le posizioni espresse dal gruppo di minoranza in merito ad alcuni punti all’ordine del giorno, in particolare il punto 5) contente una corposa e (fin troppo) articolata variazione di bilancio, sulla quale il gruppo non ha potuto che astenersi proprio a causa dell’eterogeneità del provvedimento.

Il capogruppo Feniello si è fatto interprete dei dubbi dei consiglieri di opposizione riguardo al sostanzioso aumento di spesa di euro 80.000 per il completamento dell’adeguamento sismico della scuola primaria di Fornaci (non ancora realizzata), aumento le cui giustificazioni sono state ritenute insoddisfacenti e degne di una futura e più approfondita attenzione memori anche dell’aumento di 850.000,00 per completare i lavori del palazzetto dello sport di Barga demolito da anni (costo iniziale 1.200.000,00 e lievitato di 850.000,00 per un costo finale di oltre due milioni di euro).

Altro tema sul quale i consiglieri hanno sollevato le proprie obiezioni è stato lo spostamento delle risorse destinate alla riqualificazione del parco giochi di Ponte all’Ania e dirottate sulla scuola della frazione con grave danno per gli abitanti che ad oggi non possono ancora fruire di un luogo pubblico degno e decorso. Riguardo al punto 5bis) riguardante la spesa di 23.000 euro per l’ampliamento delle aule-prefabbricate per la scuola secondaria di primo grado di Barga, i consiglieri di opposizione hanno espresso voto contrario per sottolineare quanto questo aggravio di spesa per la casse pubbliche potesse essere evitato se solo la Provincia di Lucca avesse provveduto in tempo alla risoluzione delle problematiche strutturali del plesso scolastico ISI 2, problemi che si trascinano ormai da anni, sui quali tanti hanno spesi in giustificazioni e rimpalli di responsabilità ma che sono la vera causa di tanti disagi pagati in primis da alunni ed insegnanti.

Ora si giustificano asserendo che a causa del Covid (Santo Covid) non sono partiti i lavori che dovevano partire anni addietro e per queste negligenze il Comune di Barga ha speso oltre 50.000,00 euro che potevano essere impegnati diversamente. (per questo valuteremo se interessare la corte dei Conti per un eventuale danno erariale). [Sulla base dell’inserimento di tale punto 5bis) come integrazione all’ordine del giorno, il gruppo coglie inoltre l’occasione per chiedere se prima della sua approvazione gli spazi usufruiti dall’inizio dell’anno scolastico rispettassero effettivamente la normativa anticovid.]

Convinti dell’inutilità e della grande sovrabbondanza di quegli organismi intermedi sempre più lontani dai territori e dalle persone per i quali dovrebbero svolgere mansioni di interesse pubblico, Progetto Comune ha espresso la propria ferma contrarietà all’affidamento a Reti Ambienti Spa dello svolgimento del servizio di gestione integrata dei rifiuti, poiché il processo della loro raccolta e del loro smaltimento deve rimanere quanto più legato ad un controllo diretto e ravvicinato da parte di istituzioni locali e cittadini.

Alla domanda posta dall’opposizione riguardo ad un eventuali oneri aggiuntivi che il Comune dovrebbe impegnare per sostenere questa operazione, la maggioranza ha preferito non dare risposta alcuna. Il Capogruppo ha precisato che il Presidente della Reti Ambienti SPA, bravo manager, è o è stato il consulente del Governatore della Regione Lazio “Zingaretti” politico quest’ultimo legato sia all’attuale Presidente Regionale che a quello uscente “Enrico Rossi”. Reti Ambiente attualmente gestirà per conto della Regione Toscana i servizi integrati dei rifiuti urbani dell’ATO Toscana Costa che comprende diverse province tra le quali anche quella di Lucca e 100 comuni tra i quali anche quello di Barga. Inoltre, il Capogruppo, ha precisato di essere contrario a questi “Carrozzoni”, imposti per legge, che allontanano il servizio dai cittadini e tolgono autonomia decisionale ai Comuni senza portare benefici alla comunità.

Il consiglio comunale si è concluso con l’approvazione all’unanimità della mozione di Progetto Comune inerente un’adeguata messa in risalto ed illuminazione del monumento ai caduti di Piazza IV Novembre a Fornaci di Barga, fulcro della vita fornacina e delle sue attività.

Il capogruppo di Progetto Comune

Francesco Feniello

20